Dott.ssa Beatrice Pavoni

×

Domande frequenti

Per quale motivo dovrei rivolgermi a uno psicologo?

“I problemi non finiscono mai, ma neanche le soluzioni” P. Coelho.

Se hai un dolore al dente, ti rivolgi al dentista.
Sei hai un dolore muscolare, vai dal fisioterapista.
Se ti si rompe la macchina, vai dal meccanico.
Se hai una difficoltà nella tua vita, c’è lo psicologo.

Ti rivolgi a uno psicologo perché è un professionista che può aiutarti se avverti….
…che qualcosa nella vita non funziona come vorresti e ti sta impedendo di viverla al meglio, come per esempio l’ansia, gli attacchi di panico, le fobie.
… che un aspetto di te non ti soddisfa, come per esempio  il tuo rapporto con il cibo.
…o per altre situazioni che consideri limitanti.

Tuttavia, fare molto non significa fare meglio nel mio lavoro e per questo motivo ho deciso di non occuparmi dei bambini e dei disturbi correlati con l’infanzia ( per esempio come i DSA o i disturbi dello spettro autistico) dei problemi neuro cognitivi o neuro degenerativi (come l’Alzheimer)

Terapia a Seduta Singola (TSS). Che cos'è?

La terapia a Seduta Singola è un metodo efficace ed efficiente che trae il massimo da ogni singolo incontro, in modo da raggiungere anche in una sola seduta l’obiettivo sperato.

Le ricerche sostengono che anche un solo incontro può essere sufficiente:

  • 1 è il numero più frequente di sedute?
  • Tra il 20 e il 50 % delle persone sceglie di fare una sola seduta?
  • Fino all’80% di esse riferisce di aver risolto il proprio problema o di stare meglio grazie a quell’unica seduta? (Talmon, 1990, 22).

Non tutte le persone sono uguali però, cosi come i problemi e di conseguenza un solo incontro potrebbe non essere sufficiente per alcuni.
Non importa….la mia porta per te è sempre aperta e puoi prendere di nuovo appuntamento.

Quanto dura un percorso psicologico?

Occupandomi di consulenze breve, il mio obiettivo è di raggiungere il risultato desiderato nel più breve tempo possibile.
Solitamente un percorso di consulenze breve dura 10 sedute e la frequenza degli incontri è ogni due settimane. Gli incontri si distanziano una volta che stiamo raggiungendo il risultato sperato in modo tale da consolidare il cambiamento e monitorare, anche dopo tanto tempo, l’andamento dei risultati.

Puoi prescrivermi farmaci?

NO. Lo psicologo non può prescrivere farmaci in quanto non è un medico.

La consulenza psicologica è detraibile?

Sì. Si tratta di una prestazione sanitaria, può essere detratta. Inoltre trattandosi di spese esenti da IVA, perché sanitarie, le fatture di importo superiore a 77, 47 Euro, devono recare una marca da bollo da 2 Euro.

ATTENZIONE: Ai sensi del D.L. 175/2014, lo psicologo è tenuto a trasmettere al “Sistema Tessera Sanitaria” (STS) i dati delle spese sanitarie sostenute dai pazienti, a fini di predisposizione automatica della documentazione fiscale. Tu puoi esercitare l’opposizione all’invio di tali dati, prima dell’emissione della fattura, tramite richiesta verbale che verrà annotata per iscritto in fattura.

Ai pagamenti in contanti non si applica la detrazione fiscale: si fa presente che, ai sensi dell’art. 1, comma 679, Legge n. 160/2019, ai fini Irpef la detrazione del 19% spetta a condizione che il pagamento sia effettuato con bonifico bancario o postale, o con altri sistemi di pagamento previsti dal decreto legislativo n. 241/1997 (carte di credito, bancomat, assegno, pos).