Dott.ssa Beatrice Pavoni

Lo psicologo è Online: come fare consulenza a casa tua!

Ago 15, 2020 | Lo psicologo consiglia

Al giorno d’oggi si sente parlare sempre più spesso di terapia online e già molti professionisti la utilizzano nella pratica clinica.

Dopo il Covid, questa modalità è stata rivalutata e molte persone hanno deciso di sfruttarla.

Che cos’è la consulenza online?

E’ una terapia a distanza che sfrutta internet e le piattaforme di comunicazione come Skype, Whatsapp, Zoom, Blue Jeans e cosi via.

Chi la può utilizzare?

Qualsiasi professionista che decide di ricorrere a questa modalità per fare consulenze/terapie.

Tutte le persone che sono domiciliate all’estero, che hanno poco tempo libero, che hanno difficoltà negli spostamenti o sono impossibilitati a causa di patologie fisiche o mentali.

Come funziona?

La modalità con cui si svolge e con cui viene condotta dal professionista è uguale alla terapia tradizionale.

La consulenza online è efficace?

Gli studi dimostrano che è efficace quando quella tradizionale ma –sempre per il buon senso del professionista – è bene valutare ogni caso e ogni problema, prima di proporla o di accettarne la richiesta:

  • Se per esempio il paziente la rifiuta o lo psicologo non ha gli strumenti adeguati, non bisogna farla.
  • Se il problema che riporta il paziente potrebbe poi coinvolgere la famiglia (per i minori è necessario avere il consenso informato dei genitori per esempio) o istituzioni sanitarie, la terapia online non è adatta. 

Per quali problemi è adatta la consulenza online?

La sua efficacia è la stessa della consulenza tradizionale ed è indicata per:

  • ansia, paure, panico e fobie
  • rabbia e dolore
  • incrementare l’autostima
  • risolvere i problemi relazionali
  • gestire lo stress o le crisi esistenziali
  • superare un conflitto o prendere una decisione
  • e molto altro!

Non è meglio fare la consulenza di persona?

Dipende. Ci sono persone che preferiscono la modalità online a quella in studio per ragioni di tempo, di lavoro o di impedimenti fisici. O semplicemente vogliono quel terapeuta ma abitano lontane.

La consulenza online consente di instaurare una relazione e un contatto funzionale, poiché a parlare sono sempre due persone in carne ed ossa, per quanto in modalità video.  

E’ lo stesso meccanismo che si innesca quando stiamo le ore al telefono con l’amica: quella conversazione, per quanto distante, riesce a toccarci il cuore e a “farcela sentire vicina”

Se ci pensi, è solo un mezzo per raggiungere un fine – il benessere della persona – e una preferenza di chi richiedere la consulenza.

Come procedere?

Semplicissimo !

Lo psicologo deve – come nella terapia tradizionale- rispettare il codice deontologico, tutelare la privacy e garantire la riservatezza dei pazienti.

E’ compito del terapeuta premurarsi che la terapia online si svolga all’interno di un ambiente sicuro, privato e scevro di interferenze che possano compromettere la seduta.

I documenti (il consenso informato e il trattate mento dei dati personali) vengono inviati per email in modo che la persona possa visionarli e firmarli per poi rinviarli allo psicologo. Il pagamento avviene tramite bonifico il giorno stesso della seduta!

Puoi contattarmi:

Beatrice Pavoni

Bibliografia:

  • D’Alia, P. (2017). Terapia on line. Stiamo correndo troppo? from  http://www.pierpaolodalia.it/conoscere-la-psicoterapia/terapia-line-stiamo-correndo/

Articoli correlati

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi

12 + 8 =