Dott.ssa Beatrice Pavoni

Imparare ad avere fiducia in te stesso!

Nov 21, 2020 | Rapporto con se stessi e con gli altri

Imparare ad avere fiducia in te stesso significa migliorare la tua autostima. E’ possibile? Assolutamente si.

Avrai sentito dire: “Non hai fiducia in te stesso” o “Hai l’autostima sotto le scarpe”.

Definiamo prima di tutto che la fiducia in se stessi e quindi l’autostima: l’autostima è un costrutto psicologico. Una prima definizione del concetto di autostima si deve a William James (cit. in Bascelli e all, 2008): è il risultato del confronto tra i successi che ottieni realmente e le aspettative in merito ad essi che hai.

L’autostima è l’insieme delle tue risorse, delle tue capacità, delle tue attitudini declinate nei vari contesti di vita: il lavoro, le relazioni, la vita di coppia.

Per fartela breve, è il giudizio che dai a te stesso, la percezione che possiedi di te. Come puoi imparare ad avere fiducia in te stesso?

Quanto ti valuti da 0 a 10?

Hai una scala da 0 a 10, dove 10 è la totale fiducia in te stesso e 0 l’esatto opposto. Dove ti collochi ad oggi?

Sicuramente valutare se stessi non è semplice: è un processo che oscilla costantemente tra alti e bassi.

Quali sono i fattori che influiscono sulla fiducia in te stesso?

  1. Il confronto con gli altri: ti valuti positivamente o meno, confrontandoti con altri simili a te.
  2. Il giudizio degli altri: “cosa dicono di te? “ L’opinione che gli altri hanno su di te, influisce sulla tua valutazione.
  3. L’autosservazione: sei tu che valuti te stesso e ciò che c’è di diverso tra te e gli altri

Come vedi, ci sono tante variabili che determinano l’autostima e non puoi controllarle tutte.

Ti svelo un segreto: è scorretto dire che hai una bassa o un alta autostima; sarebbe più giusto chiederti se ti svaluti o ti sopravvaluti.

Se ti svaluti, sei una persona che non si sente mai all’altezza delle sue capacità, costantemente inadeguata di fronte  alle avversità, alle responsabilità, dominata dalla paura e dall’insicurezza che spesso non ti permettono di cogliere le occasioni; chiedi spesso un parere o un confronto agli altri.

Se ti sopravvaluti, sei una persona che si reputa al di sopra della media e non crede che il fallimento possa nuocergli in alcun modo. Sei sicuro, determinato e nulla ti spaventa; al contrario ogni sfida ti consente di dimostrarti quanto vali.

La persona che ha autostima di sé invece, è equilibrata: riconosce le proprie virtù e le proprie lacune; trasforma i giudizi negativi in costruttivi; non teme i compiti, gli imprevisti o le responsabilità, ma li affronta trasformando i suoi limiti, in punti di forza. 

3 consigli imparare ad avere fiducia in te stesso!!

  • Evitare di evitare:

Proprio perché hai una bassa autostima, hai scarsa fiducia in te stesso. E’ probabile che tu non ti senta all’altezza di alcune situazioni e preferisci evitare di affrontarle. Questo è proprio ciò che mantiene il problema: più eviti e più confermi a te stesso di non essere in grado di affrontare la situazione e che al contempo la situazione è in effetti pericolosa.

  • Stop alle rassicurazioni:

Chiedere costantemente rassicurazioni o conferme ad altre persone, se allevia il tuo animo sul momento, a lungo andare non risolve il problema. E’ una trappola che potrebbe portare lentamente alla ricerca spasmodica della perfezione e al contempo alla conferma che tu hai bisogno degli altri per “valere”.

  • Impara a dire NO:

Cerchi di soddisfare gli altri, di esserci per tutti, di non deludere nessuno: per questo dici sempre Si a tutti.

Peccato che l’unico a rimetterci sei TU. Dicendo di si, manchi di rispetto a te, ai tuoi impegni, ai tuoi bisogni e metti al secondo posto le tue priorità.

Tutto questo mantiene in vita il tuo problema. Direi No, al contrario, ti farà acquistare rispetto e valore agli occhi degli altri.  

In alcuni casi rivolgersi ad uno Psicologo può essere utile per lavorare velocemente ed efficacemente per riprendere il potere sulla tua vita.

Ricordati che puoi usufruire della Consulenza online. Se desideri maggiori informazioni sulla Terapia Breve o vuoi mandarmi dei feedback, contattami!

Buona crescita,

da Roma Sud è tutto!

Bibliografia

Nardone, G. (2013). Psicotrappole. Milano: Adriano Salani.

Rampin, M. (2014). Nel mezzo del casin di nostra vita. Milano: Ponte alle Grazie.

Sellin, R. (2015). Le persone sensibili sanno dire no. Milano: Feltrinelli.

Articoli correlati

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi

9 + 6 =